lunedì 20 giugno 2011

Crostata meringata al profumo di fava tonka con crema pasticcera, albicocche e mandorle

Pin It
Questa è una crostata un pò lunga da preparare ma veramente buona!!!
Provatela anche voi.. non ve ne pentirete!!

Ingredienti per la base:
225 gr di farina 0 biologica
50 gr di zucchero a velo
125 gr di burro freddo
1 tuorlo
1 pizzico di sale
1 filo di acqua fredda di frigorifero
mezza fava tonka

Ingredienti per la crema pasticcera:
200 ml di panna liquida
50 ml di latte intero
2 tuorli
60 gr di zucchero
15 gr di maizena
una grattata di fava tonka

Ingredienti per la meringa italiana:
3 albumi
150 gr di zucchero
1 grattata di fava tonka
1 barattolo di albicocche e mandorle in miele d'acacia da 380 gr

Preparazione della base:
Versate farina, zucchero e sale in una terrina e lavorate il tutto con le mani insieme al burro freddo tagliato a cubettini. Dovrete ottenere un composto sbriciolato simile al pangrattato.

A questo punto unite il tuorlo e lavorate bene fino a formare una palla d'impasto dura.

Ora unitevi pochissima acqua fredda e lavorate ancora la palla d'impasto in modo che si ammorbidisca leggermente.

Copritela con della pellicola trasparente e ponete in frigo per una mezz'oretta.

Preparazione della crema pasticcera:
Mentre la base sarà in frigo a raffreddarsi portate a bollore in una pentola la panna con il latte e un pò di fava tonka grattugiata.

Poi, intanto che si scalda, montate i 2 tuorli con lo zucchero e la maizena e non appena il latte e la panna inizieranno a bollire versatevi i tuorli montanti e mescolate bene.

Continuate a cuocere mescolando fino a quando non si sarà addensata bene.

Ora versate la crema in una ciotola e coprite con della pellicola trasparente (la pellicola deve toccare la crema).

Lasciate intiepidire.

Preparazione della crostata:
Prendete fuori l'impasto e stendetelo con un mattarello fino a che non sarà della grandezza giusta per ricoprire la tortiera e i suoi bordi.

Poi ricoprite delicatamente  lo stampo da crostata della Guardini con la base (ricopritevi anche i bordi) e ritagliate con una rotella i bordi in modo che siano alti uguali.

Ricoprite la base con della carta da forno e versateci sopra dei fagioli secchi stendendoli bene (serviranno a far rimanere bassa la base).

Ora infornate in forno preriscaldato a 190° per circa 20 minuti e cioè fino a quando non si sarà ben dorata.

Togliete carta da forno e fagioli e versatevi dentro la crema pasticcera stendendola bene.

Ora prendete le albicocche ripiene di mandorle e scolatele dal miele (il miele non buttatelo... va benissimo per la colazione), tagliatele a metà e mettetele sulla crema pasticcera.

A questo punto possiamo preparare la meringa italiana montando gli albumi, a cui avremo aggiunto una grattata di fava tonka. Man mano che monta versatevi un pò per volta lo zucchero.

Montate fino a quando la meringa non sarà ben ferma (se tirate su le fruste la meringa vi rimane attaccata formando una specie di becco).

Ora ricoprite la crostata con la meringa e per rendere la torta più bella formatevi delle onde sulla superficie aiutandovi con una spatola.

Infornate subito lo stampo da crostata della Guardini in forno preriscalato a 170° per una decina di minuti (se iniziasse a scurire abbassate prima la temperatura), poi abbassate la temperatura a 120° e fate cuocere per altri 15-20 minuti.

Infine spegnete e lasciate nel forno la crostata fino a quando non sarà completamente fredda (io l'ho lasciata lì tutta la notte).

Mentre raffredda lasciate il forno socchiuso infilando un cucchiaio di legno nello sportello in modo che l'umidità possa uscire.

Servite fredda.

10 commenti:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...